Ospitalità e accoglienza religiosa in Italia 

Soggiorni per gruppi, singoli e famiglie nelle strutture religiose e laiche: Conventi, Monasteri, Eremi, Santuari, Case di accoglienza, Istituti e Case religiose, Foresterie, Case parrocchiali, Case per Ferie, Alberghi, Campeggi, Casali, Ostelli, Case alpine, B&B, Case Scout, Studentati, Terreni per tende

119.023
Posti letto

4.387
Strutture censite

1.636
Strutture aderenti

741
Accessi disabili

1131
Impianti sportivi

1050
Sale riunioni

Gandellino, scrigno alle pendici delle Alpi Orobie

Gandellino, piccolo scrigno dell’alta Val Seriana in provincia di Bergamo, sorge sul fiume Serio che lo attraversa ed è circondato da alcune delle più suggestive cime delle alpi Orobie: Redorta, Grabiasca, Brunone, Cardeto, per farne i nomi. Di origini tardo romane, fiorente sotto la dominazione veneta nel 1400 per la presenza di miniere del ferro, fu interamente distrutto nel corso dei secoli da due frane. Da queste parti si può constatare la presenza dell’uomo già duemila anni prima di Cristo ma resta un luogo ricco di fascino e mistero per la presenza di un masso in località Spias de Martisola, a forma di parallelepipedo che presenta strane incisioni circolari su linee parallele e si presume essere stato un altare per riti religiosi degli antichi druidi.

Di pregevole interesse artistico in paese sono invece le due chiese parrocchiali, quella di Gromo San Marino del 1350 dedicata alla Natività di Maria, e la parrocchiale dedicata a San Martino, un maestoso edificio in pietra viva locale disposta su due piani, sorta dov’era la vecchia chiesa cinquecentesca, per lo più distrutta.

Ma Gandellino, luogo ideale per sciatori d’inverno ed escursionisti d’estate, è prima di tutto la meta giusta per gli appassionati di montagna, che da qui possono fare escursioni o semplici passeggiate o anche solo riposarsi e godere dei magnifici panorami circostanti. Da qui si può salire in breve tempo ad alta quota tra i sentieri che portano ai rifugi delle Orobie, da Valcanale all’Albani o percorrendo il sentiero dell’Alto Serio: il tracciato occidentale va da San Giovanni di Gorno a Grabiasca, passando anche per Bani, Ripa, Foppi; il versante orientale parte invece da Aprico per arrivare ancora a Grabiasca, con tappe intermedie a Valzurio, Moschel, Ave, Pagherolo, San Carlo e Tezzi Alti.

Ci si può così dedicare a semplici camminate in Val Sedornia fino ad escursioni più impegnative come Vigna Vaga, con il suo caratteristico laghetto, i monti Timogno, Ferrante, Grabiasca, o il Passo di Portula, consigliate solo ai più esperti. Si può infine raggiungere il Lago di Cardeto dove d’inverno le escursioni termiche regalano la formazione di spettacolari disegni simmetrici sulla superficie ghiacciata e si può pattinare a 1700 metri d’altezza in uno scenario davvero unico.

Ma se siete appassionati di storia ed arte da Gandellino scendendo la valle meritano una visita anche le antiche basiliche di Clusone, Gandino ed Alzano Lombardo alle porte della meravigliosa Bergamo.

 

Destinazione Gandellino - Scelti per voi:

Dove dormire a Viterbo Dove dormire nella zona:

Casa per Ferie VILLA PADRI BARNABITI a Gandellino (Bergamo)  

La struttura può ospitare gruppi da 40 persone fino ad un massimo di 190. Assenza di barriere architettoniche. Al pian terreno: ingresso, salone per attività, sala ludica, ingresso bar, cappella, bagni con wc disabili, ascensore, saletta ping-pong e calcetti, saletta riunioni, mensa, ripostiglio cibarie con cella frigorifera e freezer, cucina attrezzata per l’autogestione. Al primo piano: camere da 1 a 5 posti letto e cameroni, camere da letto tutte con bagno privato, alcune con bagno per disabili. Nello spazio esterno: 2 campi da calcio, 2 da pallavolo in erba sintetica, campo da beach volley, ampio parcheggio e boschetto.

Italian English French German Portuguese Russian Spanish