Ospitalità e accoglienza religiosa in Italia 

Soggiorni per gruppi, singoli e famiglie nelle strutture religiose e laiche: Conventi, Monasteri, Eremi, Santuari, Case di accoglienza, Istituti e Case religiose, Foresterie, Case parrocchiali, Case per Ferie, Alberghi, Campeggi, Casali, Ostelli, Case alpine, B&B, Case Scout, Studentati, Terreni per tende

124.449
Posti letto

4.151
Strutture censite

1.708
Strutture aderenti

793
Accessi disabili

1173
Impianti sportivi

1107
Sale riunioni

  • Eremi
    Ospitalità gratuita per genitori e famiglie meno abbienti

    Ritiri e incontri di gruppi

    Conventi, eremi e monasteri

  • GUIDA OSPITALITA RELIGIOSA 2019

    La nostra guida cartacea

  • città d'arte

    Città d'arte e luoghi dello spirito

    Alberghi, Case per Ferie, Istituti religiosi

  • Santuari

    Pellegrinaggi, riti ed esperienze

    Santuari, Abbazie e Foresterie

  • Monasteri

    Campi scuola

    Oratori, Case canoniche, Case parrocchiali

  • lago

    Colonie e campi Scout

    Ostelli, Locande, Case Scout

  • mare sicilia

    Ferie, vacanze e turismo estivo Case per Ferie, Alberghi, Residence

    Case per Ferie, Alberghi, Residence

  • Conventi

    Convegni, corsi e conferenze

    Istituti, Seminari, Case del Clero

  • Baite casali

    Soggiorni estivi montani

    Baite, Casali e Case vacanza

  • Montagna

    Soggiorni in autogestione

    Case di accoglienza, Cascine e Ville

  • Mare

    Week end e soggiorni estivi

    Case religiose, Appartamenti e Pensioni

  • Case per ferie

    Passeggiate in alta montagna

    Case alpine e Rifugi

  • Lago

    Soggiorni sui laghi

    Terreni per tende, Campi Scout, Campeggi

  • Montagna

    Settimane bianche

    Baite e Case alpine

  • istituto universitario

    Ospitalità per universitari

    Collegi, Convitti e Residenze universitarie

Vicina alle più famose e mondane località della costiera romagnola, ma distante quel tanto che basta per godere di un’atmosfera più tranquilla e pacata, Cesenatico è meta ideale per le famiglie e in generale per chi apprezza vacanze balneari all’insegna di un divertimento più sobrio, ma non per questo meno coinvolgente. La cittadina, pur in provincia di Forlì-Cesena, è infatti situata fra Rimini e Cervia, in un tratto di costa molto vivo e rinomato per i molteplici divertimenti e giochi da spiaggia, in cui tuttavia si respira ancora l’aria di una volta, segnata dai ritmi lenti della pesca, con le sue lunghe attese che scandiscono le giornate in riva al mare.

Emblema della storia di Cesenatico è il Porto Canale Leonardesco, realizzato nel 1500 a partire da un progetto originale di Leonardo Da Vinci, che intendeva creare un collegamento con Cesena, situata nell’entroterra a una distanza di circa 15 km. Nel punto più antico e caratteristico del Porto Canale si trova il suggestivo Museo della Marineria, unico esempio di museo galleggiante in Italia che racchiude in sé secoli di storia marinara, rappresentando una preziosa testimonianza dei tanti piccoli e grandi avvenimenti che hanno segnato il passato di Cesenatico, fortemente legato ai traffici marittimi. Il Museo è articolato in due sezioni: quella propriamente denominata Galleggiante, in cui sono esposte alcune barche storiche del Medio e Alto Adriatico, e la Sezione a Terra che illustra vari aspetti della marineria, dalla vita a bordo ai pericoli dell’andare per mare, di cui si può avere un assaggio grazie ad alcune installazioni didattiche interattive, atte a misurare la propria abilità con manovre, nodi e paranchi. Nella Sezione Galleggiante si possono invece ammirare le dieci tipologie di barche maggiormente utilizzate dalla marineria tra la fine dell’Ottocento e la prima metà del Novecento, otto delle quali sono permanentemente ormeggiate nel tratto del Porto Canale adibito a museo, mentre due naviganti si trovano in un’altra sua parte percorribile dai natanti.

Oltre che per il suo mare, Cesenatico è ricordata per essere la città natale di un uomo di lettere e di uno di sport: Marino Moretti e Marco Pantani. Del primo – autore tra gli altri di “Poesie scritte col lapis”, “I puri di cuore”, “L’Andreana” e “La vedova Fioravanti” – è visitabile la Casa Museo Moretti in cui il romanziere, drammaturgo e poeta crepuscolare nacque nel 1885 e si spense nel 1979. La semplicità della casa, che conserva intatti gli arredi, il patrimonio librario e documentario, i manoscritti e i carteggi dell’autore, rispecchia lo stile dimesso delle oltre settanta opere da lui pubblicate, spesso ispirate a semplici vicende della vita cittadina e marinara di Cesenatico, ravvivate da lampi di improvviso umorismo.

In memoria del secondo è stato invece creato in prossimità della stazione ferroviaria lo Spazio Pantani, dove è possibile ripercorrere la vita e le imprese del grande campione del ciclismo attraverso foto, cimeli e materiale audiovisivo. Il museo è suddiviso in 3 aree aventi ciascuna il nome di una delle montagne conquistate dal “Pirata” che lo hanno reso famoso in tutto il mondo: il Mortirolo, l’Alpe d'Huez e la Bocchetta. Una visita a questo spazio, così come alla Casa Museo Moretti, rappresenta sicuramente un’occasione da non perdere per quanti decidono di trascorrere le proprie vacanze a Cesenatico.

 

Destinazione Cesenatico- Scelti per voi:

Dove dormire a Viterbo Dove dormire nella zona:

Hotel VILLA LINA RICCI CURBASTRO a Cesenatico (Forlì Cesena)  

Villa Lina Ricci Curbastro è un hotel per famiglie, gruppi, coppie, diversamente abili, giovani e bambini di ogni età... insomma... per tutti. E' gestita dalle Suore Ancelle del Sacro Cuore di Gesù Agonizzante, Istituto Religioso fondato nel 1888 a Lugo di Romagna (RA) dal Venerabile Monsignor Marco Morelli e dalla Serva di Dio Madre Margherita Ricci Curbastro. 

Noi Religiose, insieme al nostro personale, siamo qui per servirvi, per rendere piacevoli le vostre vacanze, per creare un clima sereno, disteso, familiare... per offrirvi una buona cucina romagnola, buona compagnia e simpatia, per darvi la possibilità di uno spazio per la preghiera e la cura della spiritualità e della fede. Perché le Suore hanno un hotel? Semplicemente per sostenere le altre opere di bene.