Ospitalità e accoglienza religiosa in Italia 

Soggiorni per gruppi, singoli e famiglie nelle strutture religiose e laiche: Conventi, Monasteri, Eremi, Santuari, Case di accoglienza, Istituti e Case religiose, Foresterie, Case parrocchiali, Case per Ferie, Alberghi, Campeggi, Casali, Ostelli, Case alpine, B&B, Case Scout, Studentati, Terreni per tende

122.605
Posti letto

4.148
Strutture censite

1.701
Strutture aderenti

790
Accessi disabili

1173
Impianti sportivi

1102
Sale riunioni

  • GUIDA OSPITALITA RELIGIOSA 2019

    La nostra guida cartacea

  • Eremi

    Ritiri e incontri di gruppi

    Conventi, eremi e monasteri

  • città d'arte

    Città d'arte e luoghi dello spirito

    Alberghi, Case per Ferie, Istituti religiosi

  • Santuari

    Pellegrinaggi, riti ed esperienze

    Santuari, Abbazie e Foresterie

  • Monasteri

    Campi scuola

    Oratori, Case canoniche, Case parrocchiali

  • lago

    Colonie e campi Scout

    Ostelli, Locande, Case Scout

  • mare sicilia

    Ferie, vacanze e turismo estivo Case per Ferie, Alberghi, Residence

    Case per Ferie, Alberghi, Residence

  • Conventi

    Convegni, corsi e conferenze

    Istituti, Seminari, Case del Clero

  • Baite casali

    Soggiorni estivi montani

    Baite, Casali e Case vacanza

  • Montagna

    Soggiorni in autogestione

    Case di accoglienza, Cascine e Ville

  • Mare

    Week end e soggiorni estivi

    Case religiose, Appartamenti e Pensioni

  • Case per ferie

    Passeggiate in alta montagna

    Case alpine e Rifugi

  • Lago

    Soggiorni sui laghi

    Terreni per tende, Campi Scout, Campeggi

  • Montagna

    Settimane bianche

    Baite e Case alpine

  • istituto universitario

    Ospitalità per universitari

    Collegi, Convitti e Residenze universitarie

Com'è risaputo la Puglia rappresenta la destinazione ideale per quanti vogliono coniugare il bel mare a luoghi culturalmente stimolanti. In tal senso Trani è un perfetto esempio di questa felice sintesi tra bellezze paesaggistiche, storia e tradizioni popolari, che conferiscono alla cosiddetta “perla dell'Adriatico” un fascino fuori dal comune.

Icona cittadina è l'imponente Cattedrale romanica di San Nicola Pellegrino, patrono di Trani, eretta nel 1099 utilizzando il caratteristico tufo calcareo locale di colore roseo, conosciuto anche come “pietra di Trani”. Affacciata direttamente sul mare, la Cattedrale e la sua maestosa torre campanaria dominano piazza del Duomo, tingendosi al tramonto di suggestive e intriganti sfumature. Al suo interno sono custodite le reliquie del santo che, stando alla leggenda, giunse sfinito a Trani dopo aver attraversato la Grecia e la Dalmazia e qui morì non appena sbarcato all'età di soli diciotto anni. Molto sentita è la festa patronale in onore del santo, che si svolge ogni anno tra il sabato e il lunedì della prima settimana di agosto, attirando sempre un gran numero di visitatori.

A pochi passi dalla Cattedrale si trova un altro simbolo cittadino, il Castello Svevo fatto erigere su una scogliera a picco sul mare da Federico II nel 1233, che lo scelse come residenza per il figlio Manfredi. Quest'ultimo celebrò poi in questa fortezza il suo matrimonio con Elena Ducas, figlia del despota d'Epiro Michele II, unione che tuttora viene ricordata dagli abitanti di Trani, insieme alla partenza dei Templari per le crociate, mediante una serie di rievocazioni storiche in costume che si susseguono ad agosto nel corso della "Settimana Medievale", ravvivata da musici, giocolieri, balli di dame e cavalieri, saltimbanchi e menu gastronomici a tema.

Al di là dei monumenti principali, Trani stupisce anche per la bellezza del suo borgo antico, caratterizzato da un dedalo di strade e stretti vicoli lastricati da pietre bianche, in cui si aprono scenografiche piazze impreziosite da chiese ed eleganti dimore nobiliari, come il quattrocentesco Palazzo Caccetta e la Chiesa di Ognissanti, edificata nel XII secolo per volere dell'Ordine dei Templari, che qui dava luogo alle benedizioni dei crociati diretti in Terra Santa.

Una particolare menzione merita infine il Monastero di Santa Maria di Colonna, fondato sulla penisola di Capo Colonna intorno all'anno 1000 dal nobile Goffredo Siniscalco e affidato fino al XV secolo ai monaci benedettini, che lo abbandonarono per via delle numerose incursioni subite dai pirati saraceni. Tra le tante scorribande piratesche la più celebre è senz'altro quella del 3 maggio 1480, poiché in tale occasione venne rubato dai saraceni un Crocifisso ligneo, a cui fu mutilato il naso del Cristo, che prese a sanguinare e venne gettato in mare. Da quel momento i tranesi cominciarono a commemorare l'evento straordinario e tuttora ogni anno il 3 maggio si festeggia il Santissimo Crocifisso di Colonna, portato in processione su una delle barche della locale marineria che, partendo dalla penisola di Colonna, arrivano al porto di Trani per ricevere la solenne benedizione tra suoni di campane e fuochi pirotecnici. La processione prosegue poi sulla terraferma, giungendo a una delle parrocchie tranesi in cui il Crocifisso viene esposto per cinque giorni e infine riportato al Santuario.

 

Destinazione Trani - Scelti per voi:

Dove dormire a Viterbo Dove dormire nella zona:

Centro di spiritualità SANGUIS CHRISTI a Trani  

Il Centro di spiritualità Sanguis Christi,  struttura religiosa, dispone  di 2 cappelle, una sala conferenze predisposta per presentazioni multimediali e una sala da pranzo climatizzate, di 4 salette per piccoli gruppi e di 52 camere, tutte con servizi e docce, di cui 2 per disabili: 38 camere singole, 10 doppie e 4 triple, complessivamente con 70 posti letto. Inoltre  la struttura, cui si accede dalla reception, e munita di rete WiFi, offre sala TV. caffetteria, parco, pineta e una zona parcheggio.